Come scegliere lo smartphone perfetto

Di pubblicato su Parliamone il 20/07/2015
Come scegliere lo smartphone perfetto

Se avete da parte qualche euro e il vostro attuale dispositivo mobile non vi soddisfa più, vi sarete conti che scegliere da soli un nuovo smartphone è un’impresa a di poco epica.

Oggi il mercato è in grado di offrirci una quantità smisurata di telefonini di ultima generazione, di qualsiasi materiale, forma, peso, marca e nazionalità.

Accando ai colossi Apple e Samsung, troviamo ottimi modelli sviluppati da Microsoft, Nexus, Asus, Motorola, Sony, HTC, LG, BQ, Huawei, Xiaomi e i nuovissimi francesi Wiko. Tutti si giocano un asso nella manica: chi il processatore, chi l’estetica, chi un sistema operativo puro, altri puntano tutto sulla risoluzione della fotocamera ed infine sul prezzo.

In questo post non faremo un elenco di pregi e difetti dei vari modelli né un improbabile confronto esaustivo (servirebbero mesi), ma vi indicheró quelli che, dal mio umilissimo punto di vista, sono fattori cruciali per realizzare una buona scelta.

Memoria RAM

Il consiglio è semplice: cercare di non scendere sotto i 3 GB di RAM. Esistono già terminali che offrono 4 GB ma sono pochi e con 2 finiremmo per prendere modelli destinati ad essere rapidamente superati.

Durata della batteria

Per quanto mi riguarda è il secondo fattore più importante: inutile avere uno smartphone che sbrilluccica come un albero di Natale se poi devo ricaricarlo ogni due ore. Una curiosità? In Africa va di moda il Galace SQ che ha una batteria capace di durare una settimana.

Dimensioni e peso

Sicuramente meno di 6 pollici: tutto ciò che è uguale o superiore a questa dimensione va bene per chi ama indossare un marsupio o una borsetta a tracollo. Provate a mettervi in tasca un iPhone 6 Plus e poi mi raccontate cosa ne pensate. E il peso? Quello ottimale non supera i 140/160 grammi.

Resistenza

Anche se materiali come l’alluminio sono esteticamente più belli e visivamente più nobili, sono gli smartphone con cappa in plastica ad essere più resistenti. Alcuni Sony (Z1 o Z3) resistono persino all’acqua e preso uscirà l’ LG G4 curvo e con protezioni in cuoio. Un po’ fallimentare il legno usato nel Moto X che non è piaciuto troppo.

Credibilità della marca

Sicuramente i nuovi brand della telefonia mobile fanno di tutto per crearsi un’immagine seria e diventare rapidamente credibili e riconoscibili agli occhi dei consumatori. Però la distanza di Apple, Samsung e altri big è per ora incolmabile. Vale la pena rischiare con una marca cinese o europea di minor peso? Certo il prezzo in questa scelta gioca un ruolo determinante… Chiedete a chi possiede un Meizu…

Risoluzione della fotocamera

Non sono un appassionato di fotografia e nemmeno un esperto, non mi sono mai scattato un selfie e gli unici video salvati sul mio telefonino sono quelli di qualche cena o compleanno, dove cerco sempre di dare il meglio di me. Per il resto, i pixel della fotocamere mi importano davvero poco. Qualcuno cercherà di vendervi la moda dei 13 megapixel per la fotocamera posteriore e almeno 6 per quella frontale. In realtá non sono così importanti i pixel quanto piuttosto il sensore fotografico (meglio se Sony, che detiene circa il 41% di questo particolare mercato).

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *