Il modo più economico per avere un’auto

Di pubblicato su Parliamone il 20/05/2015
Il modo più economico per avere un'auto

Se il vostro potere d’acquisto non è lo stesso di Rupert Murdoch o di Cristiano Ronaldo, sicuramente nel momento di decidere se cambiare auto o meno, il prezzo (pressione fiscale) gioca un ruolo di prima importanza.

Personalmente considero superfluo e quasi inutile spendere 15 o 20 mila euro per una vettura, dal mio umilissimo punto di vista gran parte di questo denaro è buttato, dato che esistono altri modi per spenderli in modo più intelligente. Perchè penso questo? Perchè esiste un mercato dell’usato meravigliosamente amplio e non parlo solo dell’Italia.

Nel 2012 la mia vecchia e scassatissima Golf del 1998 arrivò al capolinea e riuscì a piazzarla a un simpatico ragazzo marocchino che poi avrebbe rivenduto la stessa macchina nel suo paese, a dir suo, con un ulteriore beneficio. Applausi.

Trovatomi nella condizione di dover prendere un’altra quattroruote, mi dedicai a cercare, cercare e cercare. Con pazienza e tempo (condizioni indispensabile e necessarie quando parliamo di risparmio, perché permettono di sopperire a condizioni di scarsezza di offerte), trovare l’auto dei miei sogni ad un prezzo ridicolo.

Da allora guido con soddisfazione una Jeep Wrangler YJ 2.5 del 1989 totalmente originale: l’auto dei miei dreams. Prezzo? Poco meno di tremila euro. Per questo prezzi avrei potuto comprare una Punto di quarta mano, una koreana o una vespa, se mosso da troppa fretta.

La motivazione gioca un ruolo fondamentale: non comprate per comprare, decidete bene che macchina volete e se sognate una in particolare, fidatevi, il mercato moderno dell’usato vi sorprenderà per occasioni e opportunità.

Non me ne vogliano, pero lasciate i concessionari in disparte almeno all’inizio, anche qui vige la regola del “Se vuoi una cosa fatta bene, fattela da solo”.

Un’alternativa sono il leasing e ovviamente l’NLT (noleggio a lungo termine) che sta prendendo piede in alcune metropoli. I vantaggi sono diversi (parliamo di auto nuove o quasi, come i famosi chilometri zero): evitiamo un esborso iniziale che potrebbe pregiudicare la solidità del nostro conto bancario e soprattutto ci gettiamo alle spalle tanti problemucci e carteggi relativi per esempio all’assicurazione. I pacchetti offerti includo tutto o quasi e con un valore compreso tra i 4000 e i 6000 euro all’anno (approssimativamente, per una monovolume) potremo farci notare nel nostro quartiere.

Secondo il bollettino Auto-Trend nel 2014 ogni 100 auto nuove ne sono state vendute 186 usate (in linea con il pensiero generale di risparmio espresso in questo post). Ciò che sorprende è il calo verticale delle radiazioni: ogni 100 vetture nuove ne sono state radiate mediamente solo 93 all’anno (teniamo la macchina finché riesce ad accendersi il motore… e da un punto di vista della sicurezza, ciò non è proprio il massimo).

Se proprio non volete usare i mezzi pubblici, se non vi va di andare in bicicletta e dovete per forza comprare un’auto, datemi retta: usato tutta la vita (se poi vi stancate potete rivendere e ricominciare) o noleggio a lungo termine (e via ogni problema).

Ma davvero, auto nuove, mai, never, nunca. È pericoloso per la vostra economia e non serve più, da quando le rate hanno sfatato il mito della macchina come strumento di affermazione sociale.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *