Una domenica bestiale

Di pubblicato su Parliamone il 24/11/2013
Una domenica bestiale

Quel gran Cut dritto di Fabio Concato fece tombola con questo titolo. Ebbene, la domenica di oggi è proprio così. Dopo due giorni (anzi, due notti) di bagordi qui a Valencia, ciò che resta di me è davvero poca cosa.

Poche ossa, alcol e gli intestini pieni di cibarie the mischiate un po’ alla rinfusa, tra caffè, aperitivi, aperi-cena e merende notturne. Venerdì notte sarebbe dovuta essere un’uscita tranquilla, ma si è trasformata in una colossale maratona notturna con tanto di rimorchio e sesso alle cheap mlb jerseys 6 della mattina con prestazioni davvero infime.

Vabbè, non è che ne valesse la pena, 10 ma la colpa non è del tutto mia.

Discorso analogo per il sabato, con la differenza che il divertimento è stato maggiormente distribuito nella fase ‘discoteca’, dove con quattro buoni amici e due compagne di giochi siamo davvero stati bene. E, come spesso accade, quando ci si sveglia di domenica alle tre e mezzo, il primo pensiero è alla partita.

Ma per fortuna la Roma gioca domani, quindi abbiamo tempo per riprenderci.

Una lavatrice, reset mentale e riorganizzazione del tempo fisico. Recuperiamo equilibrio e liquidi, una doccia e cambio cheap nfl jerseys delle lenzuola. Un altro week end è andato. E cosa mi ha lasciato? Sicuramente tante risate, qualche Chiesa sbaciucchiamento e un paio di belle sudate.

Ma anche un bello spreco di vile denaro e la sensazione che, ormai a 35 anni, uscire di notte non abbia molto più senso.

Cosa si può trovare di notte, tra le 4 e le 7 in giro per la città?

I resti di è un’umanità schiantata da disoccupazione e disillusione. Chi è povero fuori lo diventa anche dentro, perché se non hai perso il lavoro è possibile che tu abbia perso l’amore. Poi wholesale nba jerseys si esce, si dimentica di essere wholesale mlb jerseys persone con un nome e cognome e, sotto il mantello anonimo del perdigiorno, siamo in grado di fare qualsiasi cosa. Si balla, si canta, si pagano conti carissimi al ristorante, con un cocktail che può farti sborsare fino a 15 euro. Cose che dal lunedì al giovedì sera non faresti mai, diventano la norma del fine settimana.

E tutto per un po’ di relax.

Si perché la sensazione del poter far tutto, del domani poi si vedrà, è come una droga: scarica tensioni e responsabilità, Your come se per un paio di giorni il nostro corpo appartenesse ad un’altra persona. Poi ecco che la bestia sparisce alla domenica, dove riuniamo i cocci e facciamo mente locale.

Beh a volte meglio scordarsi tutto. Ora che ci penso proprio io, il venerdì, di bestia me ne sono portata una a 2010: letto, quindi lasciamo stare. Ecco si dai, domenica wholesale jerseys bestiale, ma meglio dimenticare.

Tanto già so che la settimana prossima sarà uguale.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *