Violenza sulle donne, dati e cifre a livello mondiale

Di pubblicato su Parliamone il 09/04/2017
Violenza sulle donne, tutti i dati di un fenomeno in aumento

In Italia e nel Mondo la violenza sulle donne è un fenomeno che sembra non arrestarsi. Vediamo assieme dati e statistiche su questa tragica piaga sociale.

Ogni giorno, i media ci forniscono notizie allarmanti circa episodi di estrema violenza nei confronti delle donne. Atti scellerati, per lo più provocati da gelosia, invidia e puro odio. Un fenomeno drammaticamente in aumento e che riguarda la nostra società a tutti i livelli, a prescindere dall’età e dal ceto sociale.

Fidanzati gelosi o che si sentono respinti, giovani mariti che non accettano di diventare padri, ma anche uomini maturi ormai stanchi della convivenza matrimoniale. La donna viene vista come il nemico per eccellenza. La sua eliminazione rappresenta l’unica soluzione possibile per un universo maschile ormai allo sbando.

La raggiunta indipendenza economica e l’affermazione professionale, la maggiore forza nel gestire sentimenti e relazioni, si sommano alla perdita di centralità dell’uomo all’interno della coppia o della famiglia.

Il maschio moderno si sente assediato e superato dal partner di sesso femminile e, per difendere il proprio status secolare, non può che ricorrere a un gesto estremo. Il rapporto donna-uomo oggi è costruito sulla contrapposizione e il perenne confronto. Una competizione esistenziale che può essere risolta solamente attraverso l’eliminazione del rivale.

Strangolate, picchiate fino alla morte, seviziate o sfregiate con l’acido. Senza scordare maltrattamenti, stalking e abusi. Ecco il fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese e nel resto del mondo.

La violenza sulle donne in Italia

La violenza sulle donne in Italia

Si calcola che, in Italia, ogni anno vengano uccise oltre 100 donne all’anno. Fidanzati o ex, sono gli autori delle violenze, scaturite sempre da un movente passionale:

  • 2016: 116 vittime
  • 2015: 128 vittime
  • 2000: 199 vittime
  • Periodo 2000-2017: 2800 vittime

La maggior parte dei femminicidi viene perpetrata al Nord (54%), con la Lombardia a detenere il triste primato. Seguono poi Sud (26%) e Centro (20%). Tutto senza scordare i 7 milioni di donne che vengono maltrattate, violentate e sfregiate. Numeri davvero poco confortanti ma comunque abbondantemente al di sotto della tristissima media europea.

La violenza sulle donne in Europa

62 milioni le donne in Europa hanno subito violenze fisiche o sessuali. L’Organizzazione Mondiale della Sanità fotografa una situazione allarmante soprattutto nei paesi del nord. Germania, Norvegia e Danimarca sono i paesi più violenti contro le donne, con rispettivamente il 27,9%, 26,8% e 22,19% delle donne che denuciano abusi o violenze (in Italia siamo fermi al 12,2%).

Per quanto riguarda i femminicidi, il primato spetta all’Est Europa: Lettonia (3 donne uccise ogni 100 mila abitanti). Bielorussia, Moldavia, Lituania (2), Ucraina ed Estonia (1,5). L’Italia segna uno 0,24 ma fa peggio di Svezia, Irlanda e Grecia.

La violenza sulle donne nel mondo

La violenza sulle donne nel mondo

  • 246 milioni di bambine subiscono violenze sessuali ogni anno in ambito scolastico.
  • Oltre 200 milioni di bambine sono state violentate da un parente.
  • 700 milioni di donne sono state obbligate a sposarsi prima dei 15 anni.
  • Il 35% delle donne ha subito violenze sessuali o fisiche da parte del partner o un membro della famiglia.
  • In India, a Nuova Delhi, il 92% delle donne ha subito violenze sessuali in pubblico.
  • La mutilazione genitale femminile colpisce 200 milioni di donne in 30 paesi, una pratica realizzata prima dei 5 anni di età.
  • Quasi 3 miliardi di donne e bambine vivono in paesi in cui lo stupro, all’interno del matrimonio, non è punibile.
  • 4,5 milioni di donne e bambine sono ridotte a schiave della prostituzione.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *