I migliori strumenti per l’analisi del latte

I migliori strumenti per l’analisi del latte

Il latte, i formaggi e altri prodotti lattiero-caseari sono cruciali nella dieta di ognuno di noi. Vediamo quali sono strumenti per l’analisi del latte a garanzia di noi consumatori.

Poche persone sono consapevoli del fatto che, dietro a un semplice litro di latte, un qualsiasi formaggio o ancora uno yogurt, burro e via discorrendo, sia necessario un approfondito lavori di studio e investigazione.

L’analisi del latte non è soltanto necessaria per poter fruire di prodotti sempre di altissima qualità, ma è addirittura fondamentale per proteggere i consumatori e fare in modo che, su banconi di supermercati e negozi, ciò che poi arriva nelle nostre case, e nei nostri frigoriferi, sia estremamente sicuro. Tanto da un punto di vista di igiene che più prettamente sotto il profilo sanitario.

Quali sono allora i meccanismi e i strumenti per l’analisi del latte? In questo articolo vi presenteremo alcune informazioni interessanti per conoscere meglio il funzionamento di questo microuniverso che si sviluppa dietro le etichette dei prodotti lattiero-caseari che ogni giorno vengono consumati.

Analisi automatizzata del latte

Analisi automatizzata del latte

Per poter controllare e verificare lo stato, la sicurezza e la qualità del latte, risulta necessario adottare strumenti molto sofisticati e precisi. Come nel caso del COMBI FTS della Bentley Instruments (nella foto). Si tratta di un macchinario concepito per l’analisi di grassi, proteine, lattosio e cellule somatiche del latte. Frutto della collaborazione tra produttori e chimici, da oltre 20 anni strumenti come questo consentono di portare avanti l’analisi su oltre 600 campioni all’ora. Il Combi FTS è composto da due moduli separati:

  • il citometro a flusso FCM (permette di determinare il numero di cellule somatiche presenti nel latte)
  • lo spettrometro in trasformata di Fourier FTS (fornisce un’analisi completa del campione grazie allo spettro di assorbimento medio-infrarosso).

Report e analisi della qualità del latto in tempo reale

Alta tecnologia e software avanzato per l'analisi del latte

Se parliamo, poi, di uno strumento per contare le cellule somatiche, è sempre doveroso riferirsi a macchinari affidabili, precisi e semplici da utilizzare. Questa volta parliamo del SOMACOUNT FC, che include le funzionalità di diagnostica in remoto. In questo modo, il personale del laboratorio potrà controllare i campioni e collaborare con gli specialisti per intervenire in ogni momento, in tempo reale.

Report e analisi della qualità del latto in tempo reale sono garantiti da opzioni sempre personalizzabili, i software di diagnosi più sofisticati e risultati analitici semplificati. Ogni dato, ricostruito e standardizzato, sarà fondamentale per avere sempre un quadro chiaro e completo su ogni campione di latte.

Efficienza nella gestione dei campioni

Efficienza nella gestione dei campioni

Ovviamente occorre pensare anche alla gestione e organizzazione dei campioni. In tal senso diventa indispensabile avvalersi di macchine robot come l’ILAS 3000TM. Uno strumento che permette di automatizzare l’intero processo di analisi dei campioni.

I campioni vengono smistati e trasportati, poi immersi in acqua e riscaldati alla temperatura desiderata. La macchina miscela i campioni per renderli omogenei, prima che vengano stappati ed identificati tramite codice a barre o RFID. Gli stessi vengono poi posizionati nell’agitatore dello strumento e infine reinseriti sui vassoi del desk di analisi.

  • Efficienza: questi robot velocizzano e ottimizzano il lavoro in laboratorio.
  • Economia di costi: meno personale per la gestione dell’analisi dei campioni di latte.
  • Affidabilità: nel caso dell’ILAS parliamo di oltre 10 anni di attività continua.

Determinazione della carica batterica totale nel latte crudo

Determinazione della carica batterica totale nel latte crudo

Come abbiamo visto, sono molti gli strumenti necessari per una corretta e precisa analisi del latte. Non possiamo trascurare un macchinario fondamentale, che interviene nella determinazione della carica batterica e delle cellule somatiche nel latte crudo. In tal senso vale la pena menzionare il BACTOCOUNT IBC-M, che utilizza la citometria a flusso per la determinazione rapida della contaminazione nel latte esaminato.

La determinazione rapida di batteri e cellule somatiche rende questo strumento la soluzione ideale per i laboratori di controllo qualità dell’industria lattiero-casearia. Grazie alle curve mostrate nella grafica elaborata dal macchinario, lo specialista di laboratorio può risalire alla specie batterica presente nel latte per valutarne la qualità igienica.

Analisi del latte, una garanzia per la nostra salute

Analisi del latte, una garanzia per la nostra salute

L’analisi del latte permette di monitorare composizione e struttura chimica di questo alimento che viene consumato ogni giorno, vediamo di saperne di più.

Chi è che non beve, almeno una volta al giorno, un buon bicchiere di latte? Qualcuno lo preferisce freddo, senza nulla. Altri lo utilizzano, per colazione o merenda, come base per una cioccolata calda, un cappuccino o per preparare torte e dolci.

Ma le forme in cui può essere consumato sono davvero molteplici. Sono ben noti derivati come il latte alimentare, yogurt e latti fermentati, burro e creme di latte, formaggi, formaggi fusi, ricotta e panna.

Insomma, questo alimento è da sempre molto presente nella nostra dieta me ben poche persone sanno che, dietro a prodotti come latticini, yogurt e formaggi in generale, esiste un approfondito e curato lavoro di verifica e monitoraggio. Nessun prodotto può arrivare fin dentro le nostre case (e i nostri frigoriferi), senza aver prima superato un’analisi del latte. Vediamo di capirne qualcosa di più.

Composizione chimica di latte e latticini

Analisi del latte, una garanzia per la nostra salute

Dal punto di vista chimico, il latte appartiene alla famiglia dei cosiddetti “colloidi”, dal momento che incorpora una serie di macromolecole con grandezza superiore ai 500 nm. Parliamo, ad esempio, di proteine e acidi nucleici.

Lo scopo del latte, nei mammiferi che lo producono, è quello di fornire nutrimento ai cuccioli. Vediamo i componenti del latte nella seguente tabella (valori in percentuale “%”):

> Specie < > Acqua < > Residuo secco < > Proteine < > Grasso < > Lattosio < > Ceneri <
Donna  87,6  12,4 – 12,6  1,1 – 2  3,7 – 4,5  6,4 – 6,8 0,2 – 0,3
Vacca  87,3  12,2 – 12,7  3,1 – 3,4  3,5 – 3,7  4,9 – 4,9 0,7 – 0,7
Bufala  82,3  17,7 – 21,5  5,1 – 5,9  7,5 – 10,4  4,3 – 4,4 0,7 – 0,8
Pecora  83,6  16,3 – 16,4  5,1 – 5,5  4,3 – 6,2  4,2 – 4,6 0,9 – 0,9
Capra  86,8  12 – 13,2  3,1 – 3,8  3,5 – 4  4,6 0,8 – 0,8
Asina  90,1  9,9 – 10,2  1,7 – 1,8  1,2 – 1,4  6,2 – 6,9  0,5 – 0,5
Cavalla  90,6   9,4 – 11  2 – 2,7  1,1 – 1,6  5,9 – 6,1  0,4 – 0,5
Cagna  75,4  20,7 – 24,6  9,5 – 11,2  8,3 – 9,6  3,1 -3,7  0,7 – 1,2
Cammella  86,5  13,5 – 14,4  3,7 – 4  3,1 – 4,9  5,1 – 5,6  0,7 – 0,8

 

Come vediamo, l’acqua è il principale componente. Vi sono poi grassi (saturi ed insaturi), glucidi, proteine, sostanze minerali, vitamine (B, C e PP), infine le famose cellule somatiche (leucocitidel genere macrofagi, notevoli in caso di infiammazione o infezioni) e batteri.

Strumentazione da laboratorio per l’analisi del latte

Analisi del latte, una garanzia per la nostra salute

Proprio per verificare e controllare la presenza di elementi nocivi, esistono strumenti precisi di rilevazione. Parliamo in particolare di macchine che aiutano i chimici nella determinazione della carica batterica totale di cellule somatiche nel latte crudo.

Dei veri e propri contatori di batteri che permettono di scongiurare la pericolosità del latte e latticini, garantendo non soltando la qualità del latte ma prevenendo i disturbi che potrebbero essere innescati da squilibri nei componenti a livello di microbiologia del latte.

Ma come lavorano, come agiscono questi strumenti? I laboratori di controllo qualità dell’industria lattiero-casearia che sfruttano un contatore di batteri e cellule somatiche, generalmente si avvalgono della conosciuta citometria a flusso. Si tratta di una tecnica laser utilizzata in biologia per il conteggio, la separazione e il rilevamento delle cellule. Questa tecnica permette l’analisi simultanea di più parametri sia fisici sia chimici, su migliaia di cellule al secondo. E’ dunque perfetta per la determinazione rapida della contaminazione del latte crudo di possibili batteri e cellule somatiche.

La citometria a flusso

Analisi del latte, una garanzia per la nostra salute

Grazie a questo tipo di analisi, è possibile evitare che del latte ‘danneggiato’ arrivi fino all’uomo. Grazie alla citometria a flusso, siamo in grado di conoscere quantità, stato e composizione delle cellule presenti nel latte. In caso di rilevazioni pericolose, nella maggior parte dei casi si tratta di:

  • cattivo stato di salute dell’animale
  • carenze igieniche

Insomma, gli strumenti per contare batteri e cellule somatiche sono oggi fondamentali per permetterci di consumare, senza preoccupazioni il latto che tanto ci piace e che, da secoli, occupa una posizione da protagonista sulle nostre tavole. Negli ultimi decenni, inoltre, sono nate vere e proprie aziende, come Bentley Instruments che lavorano nello sviluppo di macchine di strumentazione per l’analisi del latte e dei prodotti lattiero-caseari.

Una bella garanzia per tutti noi che non possiamo fare a meno di un ricco bicchiere di buon latte!

Bentley Instruments, dal 1982 soluzioni innovative per l’industria del latte

Bentley Instruments, dal 1982 soluzioni innovative per l'industria del latte

Fondata 35 anni fa da Bent Lyder, con sedi in Stati Uniti ed Europa, Bentley Instruments è specializzata nello sviluppo, produzione e distribuzione a livello mondiale di strumenti analitici per il latte ed i prodotti lattiero-caseari

Il latte, da sempre, è parte integrante nella dieta alimentare degli esseri umani. Un elemento che arricchisce e contribuisce lo sviluppo e la crescita di grandi e piccini ma che, inoltre, rappresenta una vera ricchezza nella tradizione culinaria italiana e non solo.

Parliamo di formaggi, yogurt ed altri prodotti che, prima di arrivare sul mercato, devono necessariamente essere studiati, verificati ed analizzati grazie a strumenti altamente precisi e sofisticati. Come quelli prodotti e sviluppati dalla Bentley Instruments.

Bentley Instruments nasce nel 1982 e si occupa, a livello mondiale, della produzione di strumenti analitici per il latte ed i prodotti lattiero-caseari. L’altissimo livello di innovazione è da sempre accompagnato da affidabilità, precisione e facilità d’uso. L’importanza di questa azienda americana, ma con sedi in Europa e anche in Italia, è stata quella di aiutare chi lavora nella produzione di latte e derivati, facilitando e rendendo più sicuro il lavoro.

Non a caso, Bentley Instruments è stato il primo produttore di dispositivi basati sulla citometria a flusso per le analisi del latte. Un successo che oggi si rispecchia anche nei numeri del mercato (30% Stati Uniti, 70% Internazionale).

Bentley Instruments: innovazione per tutti

Bentley Instruments, dal 1982 soluzioni innovative per l'industria del latte

Il cuore dell’attività di questa grande azienda è indirizzata verso l’industria lattiero-caseariaImprese e laboratori del settore utilizzano quotidianamente macchinari e strumenti di analisi firmati dalla Bentley Instruments. Affidabilità, un eccellente servizio di assistenza tecnica e un’attento seguimento post-vendita sono ingredienti fondamentali per il marchio:

  • Sviluppo di strumenti altamente innovativi per l’analisi di latte e derivati;
  • Produzione di apparecchiature d’analisi del latte e dei prodotti lattiero caseari;
  • Distribuzione in tutto il mondo di strumenti per l’analisi del latte.

L’azienda studia e produce strumenti progettati per essere semplici, affidabili e precisi. I professionisti di tutto il mondo possono dunque sfruttare caratteristiche innovative di macchinari che permettono di analizzare con più facilità e precisione:

  • il latte crudo
  • il latte trasformato
  • la crema
  • i gelati
  • gli yougurt.

I professionisti del latte scelgono Bentley Instruments

Bentley Instruments, dal 1982 soluzioni innovative per l'industria del latte

Gli strumenti della Bentley Instruments trovano applicazione in molteplici ambiti del settore del latte: Chimica, Microbiologia, Robotica e persino inerenti al controllo delle Cellule Somatiche. Vediamo alcuni dei principali prodotti:

Ogni prodotto, studiato con l’obiettivo di rendere semplice ed efficace l’analisi anche più approfondita, può essere destinato direttamente alle industrie ma interessa anche professionisti che comunque lavorano o hanno a che fare con la produzione di latte e derivati.

In parole povere, questa importante azienda ha la possibilità di offrire soluzioni efficaci alle problematiche concrete di chi produce, vende e distribuisce latte. Un vantaggio di sicurezza non solo per i produttori ma anche, e soprattutto, per i consumatori finali.

Sicurezza ed affidabilità in tutto il mondo, dal 1982

Bentley Instruments, dal 1982 soluzioni innovative per l'industria del latte

Bentley Instruments conserva ancora le proprie radici nel Minnesota, uno degli stati più emblematici degli USA. Attualmente l’azienda conta anche con una sede in Francia e gestisce efficacemente i mercati di Germania ed Italia.  E’ possibile entrare in contatto con l’azienda direttamente dalla pagina web ufficiale (www.bentleyinstruments.it), o anche via email (contact@bentleyinstruments.it).

Sicuramente la migliore scelta possibile per i professionisti lattiero-caseari che permetterà non solo di migliorare il lavoro di analisi e screening ma, allo stesso tempo, garantisce rapidità e semplicità d’uso che davvero vale la pena premiare.

Come passare ad un livello di carriera superiore

Come passare ad un livello di carriera superiore

Se hai voglia di passare ad un livello di carriera superiore, dedica un po’ di tempo ad aumentare il coraggio e la fiducia in te stesso. Segui questi passi per liberarti dalle abitudini e dagli atteggiamenti tipici dell'”entry-level”.

1. Prendi nota dei tuoi risultati

Per valutare obiettivamente le tue capacità potrebbe esserti utile preparare due file, in cui registrare tutti i requisiti per i quali potresti meritare una promozione.

Usa il primo file per tenere la documentazione relativa alle competenze, alle conoscenze e all’esperienza che hai acquisito di recente. Non sai da che parte cominciare? Prova a guardare una delle liste di competenze che si trovano normalmente nei libri dedicati a chi vuole fare carriera: ti aiuterà a capire quali sono le cose che vale la pena di inserire in questo file.

Registra nel secondo file i risultati positivi che hai ottenuto, le valutazioni delle tue performance lavorative o i complimenti che ricevi dai colleghi, dai clienti o dai superiori. Questi file servono a documentare la tua capacità di svolgere anche incarichi di maggiore responsabilità.

Leggi una descrizione della posizione che ti interessa o chiedi a persone che già fanno il lavoro a cui aspiri: crea poi, sulla base di queste informazioni, una tabella in cui mettere a confronto il contenuto dei due file che hai creato con le caratteristiche richieste per la posizione che vuoi raggiungere. Cerca di prevedere come potresti colmare le eventuali lacune con lo studio personale o con un corso di formazione.

2. Chiedi un parere e cerca dei modelli a cui ispirarti.

Trova un amico disposto ad aiutarti, mentre ti eserciti ad aumentare le tue capacit di negoziare: chiedigli di leggere la tabella che hai preparato e di esprimere un parere. Anche se i tuoi superiori non vorranno darti subito il lavoro ti interessa, cerca almeno di far sapere che sei disponibile, così il tuo nome verrà loro subito in mente non appena si libererà un posto!

Il passo successivo nella tua “caccia” alla promozione individuare, all’interno della tua azienda, qualcuno che già stato promosso al livello di carriera che ti interessa. Osserva e fai domande. Stai attento a come queste persone

  • riescono ad attirare l’attenzione su di sé
  • si relazionano con gli altri
  • fanno sentire la loro voce quando c’è da prendere una decisione importante
  • diffondono le loro idee e le loro opinioni
  • mettono in evidenza le loro capacità
  • tengono sotto controllo lo stress
  • riflettono gli obiettivi dell’azienda
  • si vestono, parlano, si comportano
  • implementano un’etica del lavoro
  • mostrano un atteggiamento positivo
  • comunicano e si mettono in ascolto degli altri

E’ un po’ come fare un’imitazione, ma serve ad orientarti sulla strada che porta al successo!

Foto di copertina: WikiEdu

L’orto in casa a portata di smartphone

L'orto in casa a portata di smartphone

Il futuro della nutrizione e della produzione propria è Linfa, un orto in casa completamente digitale che rivoluzionerá il modo di coltivare, permettendo a tutti di poter godere dei propri prodotti e coltivarli in tutta tranquillitá nel proprio ambiente domestico, senza la necessità di spazio e di eccessiva manutenzione.

Una serra smart, progettata per essere facilmente gestibile anche in case in cui la vita frenetica di tutti i giorni, unita alla mancanza di spazio, non permette di avere un orto in casa. Linfa puó essere catalogato come un vero e proprio elettrodomestico che coltiva e cura le piante in modo automatico. Attraverso la presenza di Led che simulano la luce de sole, connessione ad internet ed un App, la cura ed il raccolto non è mai stata cosí semplice.

Linfa è un’idea del tutto made in Italy che nasce dalla creatività della societá milanese Robonica, riuscendo ad unire due campi che di per se sembrano non avere nulla in comune: tecnologia e natura.

foto

living.corriere

Spesso, tecnologia e natura sono visti come gli esatti opposti, ma come dice il detto “gli opposti si attraggono” ed ecco qui Linfa, il risultato di un’unione “impossibile”. L’obiettivo di Robonica è stato quello di permettere a tutti l’accesso al cibo sano ed a portata di mano, nonostante le limitazioni metereologiche e, soprattutto, evitando i cibi ormai contaminati cui siamo esposti oggigiorno, senza mettere da parte il design perchè in una casa “anche l’occhio vuole la sua parte”.

foto

vanityfair

Facilmente reperibile online dal sito ufficile, ad un prezzo di 250€. Di modeste dimensioni 60 X 52 X 35cm, a basso consumo energetico (100W) e con utilizzo di 8 litri di acqua. Si parla di un apparecchio altamente tecnologico ed economico che segnala la mancanza d’acqua, malfunzionamenti, e qualunque altro problema legato alla coltivazione, direttamente sullo smartphone. Programmato sia per IOS che per Android e con un design minimal che si addice a tutti i tipi di case, senza alterare l’arredamento circostante, aggiungendo il tocco di verde sempre gradito nell’ambiente domestico.

foto

living.corriere

Un progetto geniale e all’avanguardia che dará una svolta alla produzione e al benessere nutrizionale.

Sul sito ufficiale sará inoltre possibile l’acquisto di semi per la coltivazione. un’ampia gamma di insalate, pomodori, peperoncini, erbe medicinali ed esotiche, tutto a disposizione nel piú breve tempo possibile.

foto

linfa

FONTE: Habitissimo